Una storia di coraggio e di traguardi: il Sistina festeggia mille aperture di teatro con la prima di Billy Elliot

Una storia di coraggio e di traguardi: il Sistina festeggia mille aperture di teatro con la prima di Billy Elliot

Mille.
Il 6 aprile il Sistina, in occasione della prima di BILLY ELLIOT, apre il sipario per la millesima volta per Massimo Romeo Piparo che ha diretto e adattato, oltre al musical in scena quella sera, anche Jesus Christ Superstar, Evita, Hairspray, Tutti Insieme Appassionatamente e tanti altri titoli di grande importanza.

Insieme a Pippo Baudo, che ha introdotto l'evento, Piparo sale sul palco accompagnato dagli attori protagonisti dei suoi precedenti successi, tra cui spiccano i nomi di Paolo Conticini (tra i protagonisti di Mamma Mia! nel 2017), Serena Autieri (Rinaldo In Campo, una commedia musicale di Piparo del 2011). Proprio in questa occasione, Piparo ha annunciato i suoi prossimi progetti che vanno da una coproduzione a Londra, nel West End, per la realizzazione della prima messa in scena di Stricly Ballroom, all'allestimento di un musical, We Will Rock You, con le canzoni dei Queen.

Il sipario cala ancora e, ancora una volta, si apre sul palco del Sistina. Billy Elliot ha finalmente inizio.
Tratto dal film di Stephen Daldry, di cui riprende fedelmente la trama, il musical prodotto dalla PeepArrow Entertainment torna in Italia dopo l'enorme successo della stagione passata ma con un cast rinnovato: Tancredi Di Marco interpreta un giovane quanto talentuoso Billy, ritroviamo poi Luca Biagini nel ruolo del padre Jackie, Sabrina Marciano, Eleonora Facchini ed Elisabetta Tulli, le tre protagoniste di Mamma Mia!, che interpretano rispettivamente la frustrata maestra di ballo Mrs. Wilkinson, sua figlia Debbie e la madre di Billy. Impossibile non nominare il ruolo esilarante della nonna assegnato a Cristina Noci, che ha fatto ridere il pubblico in ogni scena, ma che ha anche fatto capire da dove provenisse la voglia di ballare del piccolo Billy.

Le sorprendenti coreografie dirette da Roberto Croce, eseguite sulle musiche dal vivo di Elton John adattate in italiano, mettono in risalto le capacità dei 30 performer scelti per il musical. È stata azzardata la scelta di Tancredi Di Marco come protagonista: impeccabile nel balletto quanto nella recitazione, ma non tanto talentuoso nel canto data l'intonazione un po' fiacca. Matteo Valentini invece, con una voce calda e intonata, ha dimostrato a tutti le sue capacità sia nel ballo che nella recitazione, portando in scena un divertente quanto reale Michael, così come Sabrina Marciano che ha incantato con le coreografie e, soprattutto, con il canto.

Un musical ben riuscito ancora una volta, quello di Piparo, che è stato in grado di trasmettere al pubblico un messaggio importante: non abbattersi mai. Che si tratti del raggiungimento dei propri sogni o di lottare per la sopravvivenza, non bisogna mai darsi per vinti. È questo che traspare dai testi e dalle battute, il coraggio di andare avanti e di non rinunciare alla prima difficoltà. Come Billy, chiunque ha avuto un sogno e, come Billy, chiunque merita di realizzarlo: bastano solo tenacia e coraggio.
Insomma, una prima di successo per un musical importante.

BILLY ELLIOT
PeepArrow Entertainment

Testi e libretto di Lee Hall
Basato sul film di Stephen Daldry

Musiche: Elton John
Adattamento e regia: Massimo Romeo Piparo

Con: Tancredi Di Marco, Matteo Valentini, Luca Biagini, Sabrina Marciano, Elisabetta Tulli, Donato Altomare, Jacopo Pelliccia, Cristina Noci, Francesco Galuppi, Sebastiano Vinci, Eleonora Facchini, Fabrizia Scaccia, Davide Fabbri

Scene: Teresa Caruso
Costumi: Cecilia Betona
Coreografie: Roberto Croce
Direzione musicale: Emanuele Friello
Impianto luci: Umile Vanieri
Produzione esecutiva: Francesca Piparo

Related Articles

View More Italy
Stories   Shows




From This Author Sara Crescente

Before you go...

Like Us On Facebook
Follow Us On Twitter
Follow Us On Instagram