BWW Review: Fame il musical torna al Teatro San Babila di Milano

Quando si pensa alle arti performative degli anni '80 è impossibile non citare il film Saranno Famosi (FAME). Fu talmente un successo che a pochi anni dall'uscita crearono una serie tv di sei stagioni dedicata e nel 1988 uno spettacolo teatrale. Spesso però la trasposizione da un prodotto cinematografico ad uno teatrale o viceversa non è detto riesca a dare giustizia all'opera originale, vivendone di fama riflessa ma senza apportarne ulteriore gloria. Abbiamo visto la versione italiana della Wizard Production al Teatro San Babila di Milano con la regia di Federico Bellone (riprodotta da Giuseppe Musmarra) che conferma questa tendenza.

Per chi non lo conoscesse, Fame il musical tratta le vicende di alcuni studenti della High School of Performing Arts, dall'audizione per la propria specialità (Danza, Musica o Recitazione) al diploma dell'ultimo anno. Una storia che mescola situazioni tipiche adolescenziali (l'amore, il bisogno di approvazione) alle delusioni e ai sacrifici che le arti performative richiedono per ottenere il tanto agognato successo.

BWW Review: Fame il musical torna al Teatro San Babila di Milano

Purtroppo la messa in scena soffre dell'impostazione originale degli anni '80 in cui cercando di emulare la suddivisione in scene del film si crearono una serie di sketch intervallati da bui più che una vera e propria storia consequenziale (Ampi sbalzi temporali e 14 ruoli di cui seguire le vicende non aiutano). Il risultato è un prodotto poco scorrevole con molte pause/bui, che poco permette di affezionarsi ai personaggi se non a 2-3 protagonisti.

Per rimediare a questa penalità narrativa, la Wizard Production ha scelto di puntare tutto su un cast di ottima qualità, scegliendo anche per i ruoli minori i protagonisti degli ultimi musical in scena. Tecnicamente eccelsi, l'insieme regala corali travolgenti e una presenza scenica matura. Spassosi e amabili Luca Giacomelli Ferrarini (Nick) e Giulia Fabbri (Serena) si differenziano per la loro recitazione più realistica rispetto a quella generale, leggermente sopra le righe. Nota di merito anche alla voce di Michelle Pereira, godimento puro ma purtroppo poco sfruttata. Stona invece la presenza di Axel Ahonoukoun nel ruolo di Tyron Jackson, tecnicamente più indietro e acerbo nelle tre materie a confronto di un cast così preparato. Un peccato dato che si tratta di uno dei personaggi chiave dello spettacolo.

Le coreografie di Gail Richardson rappresentano in pieno l'energia e lo stile dell'epoca in cui sono ambientate le vicende (fatta eccezione per il brano Hard Work, in cui la staticità dei movimenti non è in linea con la dinamicità corale del pezzo), ma soffrono terribilmente i limitati spazi del Teatro San Babila, risultando a tratti contenute.

BWW Review: Fame il musical torna al Teatro San Babila di Milano

Le scenografie sono di qualità altalenante, se da una parte l'arrivo del famoso taxi della scena finale ha un effetto irresistibile sul pubblico e gli elementi scenografici riproducono l'ambientazione desiderata nella maggior parte delle scene, dall'altra risultano grotteschi momenti come quello in cui Schlomo (Roberto Tarsi) mima di suonare un pianoforte senza tasti (davvero perdersi in un bicchier d'acqua).

In generale Fame è un musical che chi conosce il film non potrà perdere: chi per rivedere un pezzo della propria infanzia, chi per rivivere l'energia e il sound dell'epoca, o per sentir cantare l'omonimo brano della colonna sonora. Per tutti gli altri spettatori vale la pena vederlo per chi è in scena, che con la propria bravura salva una situazione drammaturgica incongruente; per non perdersi un simile concentrato di talento in un gioiello di teatro come il San Babila.

FAME IL MUSICAL

DI David De Silva
TESTO DI JOSÉ FERNANDEZ
MUSICHE DI Steve Margoshes
CANZONI DI Jacques Levy
BRANO "FAME" SCRITTO DA Dean Pitchford E Michael Gore

REGIA: FEDERICO BELLONE

REGIA ASSOCIATA: GIUSEPPE MUSMARRA

COREOGRAFIE: GAIL RICHARDSON

DIREZIONE MUSICALE: STEVE PRITCHETT

CAST ARTISTICO

LUCA GIACOMELLI FERRARINI è NICHOLAS "NICK" PIAZZA
GIULIA FABBRI è SERENA KATZ
SIMONA DISTEFANO è CARMEN DIAZ
AXEL AHONOUKOUN è Tyrone Jackson
Francesca Taverni è MISS ESTHER SHERMAN
GIPETO è MR. SHEINKOPF
SIMONA SAMARELLI è MISS GRETA BELL
MARCO VACCARI è MR MYERS
TIZIANO EDINI è JOSÉ "JOE" VEGAS
MICHELLE PERERA è MABEL WASHINGTON
MARTA MELCHIORRE è IRIS KELLY
ROBERTO TARSI è SCHLOMO METZENBAUM
Beatrice Baldaccini è GRACE "METAL" LAMB
RODOLFO CIULLA è GOODMAN "GOODY" KING
DAVIDE SAMMARTANO ensemble
GIOVANNI ABBRACCIAVENTO ensemble
MONICA RUGGERI ensemble
MATILDE PELLEGRI ensemble



Related Articles View More Italy Stories   Shows

From This Author Andrea Domanico