BWW Review: PROCESSO A PINOCCHIO SPECIAL EDITION: Un musical dal verdetto incerto al Teatro Nuovo Orione

BWW Review: PROCESSO A PINOCCHIO SPECIAL EDITION: Un musical dal verdetto incerto al Teatro Nuovo Orione

Forte della vincita dell'Oscar per il Musical Italiano 2015 per le migliori musiche e finalista tra i migliori musical off, PROCESSO A PINOCCHIO torna a Roma al Teatro Nuovo Orione dopo il passaggio al Sistina e dopo aver calcato molti palcoscenici in giro per l'Italia. In questa special edition, per la prima volta l'autore e regista Andrea Palotto è in scena e veste i panni dello sventurato psicanalista vittima della follia omicida del protagonista Pino/Pinocchio. La trama prende infatti spunto dalla celebre storia di Carlo Collodi di cui riprende i personaggi principali attualizzandoli ai giorni nostri. Il bugiardo Pino colpisce a morte con un martello il suo psicanalista, l'unico che può aiutarlo, così come Pinocchio uccide il Grillo Parlante nella favola originale perché colpevole di indirizzarlo per la retta via. Ma come il Grillo Parlante riappare a Pinocchio anche dopo essere stato schiacciato, così lo psicanalista riappare a Pino in veste di giudice per condurre il processo a suo carico al fine di stabilire movente e modalità dell'omicidio. Da buon bugiardo Pino cerca di confondere le prove coinvolgendo a turno gli altri personaggi che ruotano attorno a lui, ma alla fine inesorabile la verità lo metterà con le spalle al muro.

Questo musical noir si avvale di ottime canzoni scritte da Marco Spatuzzi e magistralmente interpretate da un ensemble su cui ovviamente spicca Cristian Ruiz (Grease, Jesus Christ Superstar, Priscilla-La regina del Deserto) noto attore e cantante con doti interpretative e vocali non indifferenti. Accanto a lui Brian Boccuni (La Bella e la Bestia, Next to Normal, Jersey Boys), Silvia di Stefano (Pinocchio, Aladin, Frankenstein Junior) Angela Pascucci (Titanic il musical, L'ultima strega, American Idiot), Nadia Straccia (Follie, Scusa il ritardo-film) . Con un cast di professionisti così avvezzi alla scena e ben conosciuti al pubblico appassionato di musical, con delle canzoni già premiate e con una storia così collaudata e rielaborata in maniera intelligente, ci si chiede come mai questo musical lasci un po' di amaro in bocca.

Durante la performance ci si diverte, si applaudono gli ottimi assolo, si è avvolti e catturati dal mistero e dalla voglia di conoscere la verità sull'omicidio del malcapitato terapista e tuttavia la suspense spesso cede il passo ad una ripetuta caduta di stile.

Durante lo svolgimento del processo in cui i sei personaggi hanno diritto ciascuno di salire alla sbarra per difendersi dall'accusa di omicidio, risulta evidente una differenza di trattamento. Le testimonianze della mamma/Mangiafuoco, tipica madre ossessiva all'italiana, dell'amante/la volpe, una cleptomane assetata di sesso, nonché nei due personaggi principali, Pino/Pinocchio, figlio represso e poi scoperto serial killer e Beppe/Grillo Parlante, lo psicanalista, sono sincere, simpatiche, rivelatrici e mai volgari.

Quando è la volta dei personaggi della moglie sboccata/Fata Turchina e del commesso gay/ Lucignolo a tratti sembra di trovarsi improvvisamente in un teatrino d'avanspettacolo dove le parolacce e le battute sui gay, comunque mai offensive, ma banali e caricaturali, sono il modo più semplice e mediocre per strappare l'applauso e il sorriso del pubblico.

Alla fine dispiace perché effettivamente non se ne sente il bisogno, almeno non a un livello così ripetitivo. Si sarebbero potuti trattare questi due personaggi con la stessa eleganza e senza stereotipi di seconda classe.

Nonostante questo comunque, Processo a Pinocchio è la chiara dimostrazione, non sempre evidente, che pur ispirandosi a storie preesistenti è possibile creare nuovi musical molto italiani con notevole intelligenza e humour.


Processo a Pinocchio - Special Edition

Roma, Nuovo Teatro Orione - DATA UNICA 29 aprile 2018

Direzione musicale e canzoni
Marco Spatuzzi

costumi e allestimento scenico
Bianca Borriello

luci e direzione tecnica
Daniele Ceprani

movimenti coreografici
Debora Boccuni

MUSICISTI

"Matro" Carlo Valente
Pianoforte

Andrea Scordia
Basso

Tiziano Cofanelli
Batteria

Cast

Andrea Palotto - Beppe (lo psicanalista)/ Grillo Parlante

Cristian Ruiz - Pino/Pinocchio

Brian Boccuni Lucio (il commesso)/Lucignolo

Silvia Di Stefano Annamara (la moglie)/Fata Turchina

Angela Pascucci Tina(l'amante)/la volpe

Nadia Straccia Fiammetta (la mamma)/Mangiafuoco



Related Articles

View More Italy
Stories   Shows



From This Author ETTORE FARRATTINI

Before you go...

Like Us On Facebook
Follow Us On Twitter
Follow Us On Instagram