THEN AN ALLEY, ORFEO 9 di Tito Schipa Jr: il libro sulla rifondazione italiana dell'opera popolare è escluso dalla lista dei candidati al Premio Strega

Il 20 aprile è stata ufficialmente rilasciata la lista dei 12 libri candidati alla 71esima edizione del Premio Strega 2017, selezionati dal Comitato direttivo (Valeria Della Valle, Giuseppe D'Avino, Ernesto Ferrero, Simonetta Fiori, Alberto Foschini, Paolo Giordano, Melania Mazzucco, Gabriele Pedullà, Stefano Petrocchi, Marino Sinibaldi e Giovanni Solimine) dalle 27 opere di narrativa che erano state annunciate il 31 marzo. Gli appassionati di teatro, e di teatro musicale nello specifico, non possono fare a meno di constatare che "Orfeo 9 - Then An Alley" di Tito Schipa Jr. (edito da Argo), titolo presente nelle 27 opere inizialmente candidate al Premio, non compare tra i 12 candidati.

Non è certamente questo il luogo per discutere le scelte del Comitato direttivo, né avremmo le competenze letterarie per farlo. Certo è che, ancora una volta, ci vediamo sfuggire dalle mani un'occasione importante: quella di ricordare a tutti che l'opera rock è un prodotto nato in Italia e quasi subito esportato all'estero. Il libro esce, forse per una mera coincidenza, a cinquant'anni da "Then An Alley", l'esperimento musicale e teatrale di Tito Schipa Jr. che debuttò il 17 maggio 1967 al Piper Club di Roma, considerato universalmente la prima opera rock. Non possiamo fare a meno di chiederci: perché il cinquantesimo anniversario della nascita dell'opera rock non è visto come cosa di cui vantarsi come italiani?

THEN AN ALLEY, ORFEO 9 di Tito Schipa Jr: il libro sulla rifondazione italiana dell'opera popolare è escluso dalla lista dei candidati al Premio StregaThen an alley, Orfeo 9. Storia di due spettacoli. Nella storia di due spettacoli musicali, una via alla rifondazione italiana dell'opera popolare.

"Un adolescente melomane, la scoperta di Bob Dylan, l'invenzione dell'Opera Rock, l'evento epocale al Piper Club di Roma, il progetto mancato su Porgy and Bess, la serie di incredibili coincidenze che portarono a Orfeo 9, la "rivoluzione di velluto", l'azzardo psichedelico, la palude discografica, il cast stellare, la lotta contro la censura radiotelevisiva, gli anni dell'oblio, la rinascita e la consacrazione di un culto dello spettacolo musicale italiano di fine secolo."

Questa la descrizione del nuovo libro di Tito Schipa Jr, autore dell'opera rock "Orfeo 9" e considerato universalmente il primo autore di un'opera rock in Italia. Il testo ripercorre, romanzandola, la nascita e lo sviluppo dell'opera: dall'esperimento "Then An Alley", primo embrione dell'Orfeo 9, alla creazione dello spettacolo e l'immediata conseguente lotta contro la censura di uno Stato italiano ancora troppo conservatore, fino alla tarda e recente riscoperta dello spettacolo libero dalle censure statali.

ORFEO 9, lo ricordiamo, è un'opera rock che rivisita in chiave moderna il mito di Orfeo ed Euridice. Debutta a Roma il 23 gennaio 1970 e, quasi cinquant'anni dopo, continua a far parlare di sé. Nel 1973 ne viene realizzata una versione cinematografica con gli arrangiamenti di Bill Conti. Nel 2015 viene rilasciato un cofanetto DVD, prodotto dall'Associazione Culturale Tito Schipa, che contiene, tra i numerosissimi contenuti speciali, un'accurata ricostruzione della messa in scena originale.

Per maggiori informazioni, consultate il sito ufficiale di ORFEO 9 e leggete l'intervista di BWW Italia a Tito Schipa Jr, rilasciata in occasione dell'uscita del DVD.

What Do You Think? Tell Us In The Comments!




Related Articles

Italy THEATER Stories | Shows


From This Author Valeria Venturelli

Before you go...