Premi BroadwayWorld Italia 2013: ecco i candidati!

Dopo una prima fortunata edizione "virtuale," i Premi BroadwayWorld Italia ritornano in una nuova veste. Questa mattina sono state comunicate alle produzioni degli spettacoli in gara le rispettive candidature che adesso ufficializziamo sulle pagine del nostro portale.

Come avrete notato, a differenza dell'anno scorso, non ha avuto luogo la fase di nomination. Mi pare opportuno, perciò, rendere pubblici i criteri che hanno mosso le mie scelte onde evitare rimostranze... e, se le avete, vi prego di lamentarvi in silenzio.

1. Novità fondamentale è l'oggetto della premiazione. Ho voluto dare un'accezione più ampia alla nozione di teatro musicale, includendo in questa sfera anche altri sotto-generi che esulano dal musical in senso stretto. Abbiamo il teatro-canzone, la commedia musicale, il varietà e altro ancora!

2. Secondo criterio: la matrice italiana dell'opera. Esistendo già una bella iniziativa dedicata al Musical italiano (i.e. i Musical! Awards che, tra l'altro, mi vedranno come giurato per la fase finale della premiazione), ho pensato di differenziarmi rivolgendo la mia attenzione alle opere - spesso ignorate e/o sottovautate - che hanno i natali in terra nostrana. Questo, si badi, senza nessun intento discriminatorio nei confronti delle versioni italiane di musical americani che, seppur valevoli, non sono state ammesse alla gara.

3. Ho considerato idonei alla candidatura gli spettacoli che hanno (non voglio dire "debuttato" per evitare disguidi) dato modo di farsi conoscere entro il 31 ottobre 2013. Ho preferito dare la precedenza agli spettacoli che saranno in scena anche nella stagione 2013/2014. RePlay - The Musical è stato considerato idoneo alla candidatura dal momento che ha già visto il suo debutto nella stagione 2011/2012.

4. Le fittizie Sorelle Marinetti, creazione del produttore e autore Giorgio Bozzo, son state ritenute idonee alla candidatura come Migliori Attrici.

5. Il criterio al punto (1) ha implicato non poche conseguenze per quanto riguarda gli equilibri delle candidature. Era giusto dare spazio a tutti i sotto-generi che ho preso in considerazione ed era giusto che ci fosse un'equa rappresentanza dei vari spettacoli. E' anche vero che, essendo gli spettacoli originali un po' fuori circuito, non tutti sono idonei a concorrere in tutte le categorie. Uno spettacolo che vede in scena solo due performer non potrà concorrere, logicamente, nelle categorie Miglior Attore/Attrice non protagonista. Uno spettacolo che si avvale di musiche già edite non potrà concorrere nella categoria Miglior Partitura (Musiche e/o Liriche). Non deve dunque sembrare strano se alcuni spettacoli hanno ricevuto più candidature rispetto agli altri: oltre all'indiscutibile qualità, v'è anche un fattore strutturale che ha influito non poco.

6. Ultimo criterio: l'insindacabile anche se opinabile gusto personale. Parafrasando il Manifesto del Critico Teatrale che ho pubblicato qualche mese fa, io non credo nell'oggettività... ma in una soggettività informata. E ho detto tutto.

In ultimo, prima di arrivare al nocciolo, lo scopo di questa premiazione non vuole essere quello di alimentare il "Guardate quanto sono bravo, guardate quanto sono bello!" Ho voluto dare uno sguardo alla "sostanza" e non al contorno... quindi, non preoccupatevi più di tanto delle categorie Miglior Attore/Attrice e rivolgete la vostra attenzione alle categorie più importanti e spesso sottovalutate!!!!

Detto questo, aspetto che mi comunichino la data d'inizo delle votazioni dimodoché possa spargere la voce.

Vi lascio con una mia riflessione, che voi potete condividere o meno.

"Una cosa, qualsiasi cosa, assume l'importanza che noi stessi le diamo. In un Paese piegato dalla crisi, dove la cultura lascia sempre più spazio alla povertà di pensiero (e non solo!), il teatro viene relegato agli ultimi gradini della "piramide di Maslow" della società: la gente non ne sente più il bisogno, preferisce la televisione.

L'esodo dalle sale investe tutti i generi, senza distinzioni: dalla prosa all'opera, dal musical all'operetta e così via. Questo innesca un circolo vizioso che porta i produttori a puntare su titoli più sicuri ostacolando e scoraggiando la fioritura di prodotti originali che, seppur interessanti, quasi mai sono abbastanza commerciali da stuzzicare la curiosità del pubblico. Contestualmente, lo spettatore medio si abitua a questo modus operandi, la sua voglia di sperimentare si smorza ulteriormente e il rischio di produrre qualcosa di "nuovo" - con le dovute eccezioni - diventa sempre più scottante.

E' ora di cambiare. Si avverte il bisogno di un cambiamento di rotta.

I Premi BroadwayWorld vogliono essere un passo in questa direzione: dare importanza al teatro affinché il teatro acquisti importanza, dare valore al lavoro di ciascun performer, compositore, autore, regista... affinché il loro lavoro acquisti valore.

Quale miglior espediente di una premiazione ben strutturata per spronare gli artigiani dello spettacolo a dare sempre il massimo? Quando l'eccellenza è riconosciuta, si è più motivati a raggiungerla. Quando la qualità di ciò che ci circonda è alta, la spinta verso il perfezionamento è maggiore.

Quale miglior espediente di una premiazione affidata al pubblico per stimolare la curiosità e lo spirito critico dello spettatore? Quando si viene messi davanti ad una scelta, è d'obbligo fare una selezione: questo mi è piaciuto, questo mi è piaciuto meno. Lo spettatore che esprime un giudizio è attivo, partecipe, curioso e dunque aperto a nuovi progetti.

Senza la pretesa di trasformare radicalmente il mondo del teatro italiano, il nostro obiettivo è di dare l'input al pubblico e agli addetti ai lavori affinché trovino entrambi il coraggio e la forza di invertire il circolo vizioso di cui sopra: ecco il perché dei Premi BroadwayWorld Italia 2013."

Premi BroadwayWorld Italia 2013 - Le candidature!



Related Articles View More Italy Stories   Shows

From This Author Nino Prattico

Sono nato a Milano, nel 1993, e cresciuto a Reggio Calabria fino all'età di diciotto anni. Dopo la maturità, mi sono trasferito a Roma per (read more...)