Review: LA BIBBIA - UN MUSICAL DELLA MADONNA at EcoTeatro Di Milano

Il nuovissimo musical di Thomas Centaro

By: Apr. 23, 2024
Review: LA BIBBIA - UN MUSICAL DELLA MADONNA at EcoTeatro Di Milano
Get Access To Every Broadway Story

Unlock access to every one of the hundreds of articles published daily on BroadwayWorld by logging in with one click.




Existing user? Just click login.

Dopo cinque anni in cantiere, ha debuttato all’EcoTeatro di Milano La Bibbia - un musical della Madonna. La nuova produzione di Thomas Centaro (già autore di musical come Kitsch Me Licia e L’Odissea) è un’irriverente, ma accurata, rappresentazione degli episodi biblici più conosciuti, in una parodia che però si mantiene alquanto fedele all'opera originale. La Bibbia viene trattata quasi come se fosse un'opera nota da riadattare, come un ennesimo remake di Romeo e Giulietta, spogliandola della sua santità (letterale e metaforica), ma allo stesso tempo senza mai scendere nel blasfemo o nel volgare. Nonostante questa attenzione e rispetto, rimane difficile, soprattutto in un Paese come l'Italia, produrre un musical del genere e trovare uno spazio per metterlo in scena, come dichiarato anche da Centaro dopo la prima di venerdì. Per fortuna, però, questo spazio è stato trovato, per mostrare al pubblico una delle purtroppo rare produzioni originali interamente italiane, scritta con in mente un'audience italiana, che conosce, volente o nolente, le storie che vengono messe in scena e per cui sono pensati tutti i riferimenti alla cultura popolare che accompagnano lo spettacolo. D’altronde, come spieghi a un americano perché fa ridere che la Madonna salga sul palco con l’acqua Sant’Anna?

Review: LA BIBBIA - UN MUSICAL DELLA MADONNA at EcoTeatro Di Milano

L’opera è divisa in due atti che corrispondono ad Antico e Nuovo Testamento. Il primo atto è più episodico, com’è, ovviamente, stabilito dal materiale di partenza e, nonostante il cast numeroso, gli attori interpretano tutti brillantemente più ruoli all’interno dei diversi racconti, mentre il secondo, centrato sulle vicende di Jay e Mary, è più lineare, anche se con dei flashback.

I costumi sono, durante tutta la rappresentazione, sempre adeguati all’epoca di riferimento, ad eccezione dei personaggi ultraterreni che indossano invece abiti contemporanei. Al contrario, il linguaggio usato nei dialoghi è moderno, un po' da milanese imbruttito, come anche i riferimenti utilizzati. Quindi, gli Archangels, interpretati da Lorenzo Riva, Nikolas Lucchini e Gianluigi Scala, vengono presentati come se fossero una boyband, Gesù, Carlo Colloridi, si fa chiamare Jay, e il Boss (Dio), Andrea Bonati, trasmette i dieci Comandamenti via tablet. L’autore, regista e produttore ha invece tenuto per sé il personaggio di Lucifero, che rappresenta il ruolo tipico del cattivo Disney nella storia, come un ulteriore intermezzo comico, che però porta anche a riflessioni più profonde.

Le canzoni sono brillantemente riscritte sulla base di brani facilmente riconoscibili, in seguito a un lavoro molto minuzioso per mantenere la metrica originale e le assonanze ai testi, dando origine a pezzi più seri e altri in cui possiamo trovare la rima “Nazareth - in mezz’orett” sulla musica di Like a Prayer di Madonna, o come Halo di Beyoncé che diventa un ritornello sulla nascita del Bambin-ello. Gli adattamenti musicali sono opera della sorella del regista, Elena Centaro, e i cori sono stati diretti da Claudio Albertini. Come già menzionato, le musiche non sono gli unici chiari riferimenti alla pop culture, il musical contiene diversi richiami ad altri media, che vanno dal Grande Fratello al Trono di Spade, che aiutano a far sentire il pubblico ancora più coinvolto. La scenografia è molto semplice e si basa su uno schermo dietro agli attori sul palco, che viene utilizzato molto bene e sempre con grande tempismo.

Il pubblico, che ha richiesto a gran voce la produzione di questo musical, ha premiato lo spettacolo con una meritata standing ovation, a celebrare gli anni di lavoro che hanno portato a questa prima (ma sicuramente non ultima) rappresentazione.
Review: LA BIBBIA - UN MUSICAL DELLA MADONNA at EcoTeatro Di Milano

LA BIBBIA - UN MUSICAL DELLA MADONNA

Sceneggiatura e Canzoni THOMAS CENTARO

Cori e Canto CLAUDIO ALBERTINI

Direttore dell’esecuzione ANDREA CENTARO

Coreografie BRUNO GIOTTA

Arrangiamenti ELENA CENTARO

CAST

BEATRICE MARIANI Mary

CARLO COLLORIDI Jay

NIKOLAS LUCCHINI Archangel Raf

LORENZO RIVA Archangel Micky

GIANLUIGI SCALA Archangel Gabry

SARA SIRONI Sefora/Maddy

BRUNO GIOTTA Mosè/Giò Battista

VINCENZO ROMANO Noè/Gioacchino/Jack

SAMUELE RICCOBENE Ramses/Peter

DANIEL FRIGGI Adamo/Giuda

ANDREA AZIMONTI Isacco/Piccolo Giò

MARCO BENZONI Abramo/Giù

ALESSANDRA RUTA Sara/Erodiade/Anna

ELENA CENTARO Eva/Nosibè/Ely/Maria di Betania

e con

THOMAS CENTARO nel ruolo di Lucy

ANDREA BONATI Boss/Erode Antipa

ENSEMBLE

BRUNO GIOTTA CHIARA ROSSI CRISTINA PIVA VALENTINA SOLDATINI LUCA TAGLIAFIERRO FRANCESCA D’ONOFRIO JESSICA MAGGI

Produzione e Regia THOMAS CENTARO

CON LE VOCI DI CLAUDIO ALBERTINI | VALENTINA LUDOVICO | GAIA COTRONEI | MONICA



Comments

To post a comment, you must register and login.

Vote Sponsor


Videos