Review: DONNE SENZA CENSURA al Teatro Lo Spazio

Dopo due iniziali repliche torna a grande richiesta per altre tre serate lo spettacolo "senza censure" scritto, interpretto e diretto da Patrizia Schiavo

By: Mar. 01, 2024
Review: DONNE SENZA CENSURA al Teatro Lo Spazio
Enter Your Email to Unlock This Article

Plus, get the best of BroadwayWorld delivered to your inbox, and unlimited access to our editorial content across the globe.




Existing user? Just click login.

Con il sottotitolo Ispirato a tutto ciò che ha significato qualcosa, torna a grande richiesta per altre tre serate al Teatro Lo Spazio, lo spettacolo Donne senza censura scritto, interpretto e diretto da Patrizia Schiavo. Con l’ausilio di due attrici che le fanno da controparte e una voce fuori campo che fa da intervistatrice, la pièce si evolve da un inizio più leggero e quasi comico ad un finale estremamente drammatico passando attraverso una infinita serie di stati d’animo vissuti dalla stessa protagonista lungo la  sua carriera. Dall’entusiasmo giovanile alle umiliazioni subite pur di riuscire, nulla è lasciato al caso con un continuo e maniacale senso di rivincita su quell’universo maschilista che vede la donna-attrice relegata ad un ruolo stereotipato senza possibilità di uscirne. Ed è così che vengono a galla citazioni storiche come la famosa frase di Anna Magnani sulle sue rughe, le sarcastiche battute di Carmelo Bene, le classiche battute sul body-shaming.

Review: DONNE SENZA CENSURA al Teatro Lo Spazio

Nella stesura di questo testo, Patrizia Schiavo non risparmia niente e nessuno. Che siano colleghi, produttori, registi o compagni di vita, tutto il genere maschile viene accusato di voler gestire sia il corpo che la personalità di un’artista a proprio piacimento. Viene a galla tutta l’ipocrisia di un mondo dello spettacolo in cui anche i critici e i giornalisti (qui impersonati dalla voce fuori campo registrata dalla stessa Schiavo), vengono derisi per porre sempre le stesse domande anche sulla vita privata di una donna che, qualunque scelta possa fare, viene comunque e sempre criticata. Ed è così che lei stessa finisce per confondere la sua vita privata con quella dei personaggi da lei interpretati in un gioco al massacro in cui nessuno risulta vincitore.

Nella sua recitazione Patrizia Schiavo non si risparmia: vive svisceratamente questa miriade di sfaccettature con profondità sia nella parte più leggera (in cui a volte non si  poteva non assimilare il suo tono di voce a quello della famosa sessuologa creata da Anna Marchesini) sia in quella più densa in cui ha sfoderato tutta la sua passionalità con una rara partecipazione. All’inizio della sua performance coinvolge il pubblico, lo incita come per scaldarlo e prepararlo a quel forte schiaffone che saprà sfoderare con forza avvicinandosi sempre più al finale. E lo sfodererà senza “censure”, fragoroso, tonante, lasciando un bel segno sulla guancia dei destinatari.

Review: DONNE SENZA CENSURA al Teatro Lo Spazio

Alle sue spalle Silvia Grassi e Sarah Nicolucci interpretano le altre facce della sua personalità e di quella di tante donne sfruttate, umiliate e usate come oggetti da un sistema ormai in bilico soprattutto dopo la nascita del movimento Me Too.

A creare la emozionante atmosfera di tutta la pièce contribuiscono non poco i giochi di luce creati da Alessandro Iannattone e il ben calibrato suono di Leonardo Liberati.  

Donne senza censura sarà in scena fino al 3 marzo.

Review: DONNE SENZA CENSURA al Teatro Lo Spazio

Cnt -Teatrocittà

presenta

DONNE SENZA CENSURA

Ispirato a tutto ciò che ha significato qualcosa

scritto, diretto e interpretato da

Patrizia Schiavo

con

Silvia Grassi e Sarah Nicolucci

Luci     Alessandro Iannattone  

 Audio Leonardo Liberati

Editing Social Flavio Santini   

Produzione Cnt -Teatrocittà

in collaborazione con Teatro Studio Krypton

Ufficio stampa Andrea Cavazzini

Review: DONNE SENZA CENSURA al Teatro Lo Spazio



Videos