BWW Reviews: W ZORRO @ Teatro Sistina (Rome)

Review-W-ZORRO-Teatro-Sistina-Rome-20010101

Zorro: un uomo, un mito, un eroe... un ideale. Un personaggio che mancava nel panorama del musical italiano e che, grazie alla creatività di Stefano D'Orazio e allo sforzo produttivo della Medina Produzioni di Lello Abate e Barbara Rendano, ha finalmente preso vita sul palcoscenico del Teatro Sistina di Roma, stabile punto di riferimento nella realtà teatrale della Capitale e di tutta la penisola.

Lo spettacolo ruota intorno alla figura di Diego (Michel Altieri) che, dopo una lunga assenza, fa ritorno in Messico per correre al capezzale del padre William, un nobile idealista schieratosi dalla parte dei peones. La sua terra è prostrata ai piedi del dittatore Don Juan de Salvatierra (Roberto Rossetti) a sua volta messo in riga dalla moglie, la cattivissima Consuelo (Jacqueline Ferry). L'insurrezione popolare è ormai alle porte. In punto di morte, William rivela al figlio di essere Zorro, il personaggio mascherato abile di spada e di parola da sempre al servizio dei peones, e con le sue ultime parole passa il testimone a Diego che, da quel momento in avanti, seguirà le orme del padre per dare giustizia al popolo oppresso al fianco della bella Cecilia (Alberta Izzo), giovane fanciulla la cui famiglia morì in un incendio voluto dai tiranni.

Ad interpretare il misterioso spadaccino è l'attore italo-francese Michel Altieri (RENT, LA BELLA E LA BESTIA, DRACULA, THE WATERDREAM, THE BEAUTIFUL SEE NEXT DOOR), anche lui come Diego di ritorno dopo una permanenza di quasi due anni a New York. Voce calda e suadente, movenze feline e presenza scenica convincente, ottimo lavoro sul personaggio, impeccabile al livello vocale: mai una sbavatura, nemmeno nei numeri in cui sono richiesti contemporaneamente canto, danza e scherma. È bello rivedere un Altieri così carico e pieno di energia dopo un'assenza così lunga dalle scene italiane.BWW Reviews: W ZORRO @ Teatro Sistina (Rome)

Nei panni di Cecilia troviamo la sensazionale Alberta Izzo (BULLI E PUPE, HELLO DOLLY, TUTTI INSIEME APPASSIONATAMENTE) che riesce a far risaltare le molteplici sfumature del suo personaggio, allo stesso tempo idealista e romantica, sveglia ed ingenua, decisa ma tenera, pronta a morire per il suo popolo. E qui si parla di eccellenza: limpidezza vocale, leggiadria nei movimenti e un ottimo affondo.

Sul versante degli antagonisti abbiamo Jacqueline Ferry (WEST SIDE STORY, THE FULL MONTY, CATS), nel ruolo della voluttuosa Consuelo, a cui viene affidato uno dei numeri più divertenti dello show, "Buttati, dài," un disperato tentativo di sedurre Diego: ottimo controllo vocale e perfetta caratterizzazione del personaggio, omogenea sia nella canto che nella recitazione, che non scade mai nella macchietta (e un plauso va fatto anche a Rossana Casale, che ha svolto un lavoro di vocal coaching impeccabile).

La sua controparte maschile è Roberto Rossetti (LA BELLA E LA BESTIA, SALVATORE GIULIANO), a suo agio nelle vesti di Don Juan, il 'morbido' dittatore spesso bacchettato dalla più cinica moglie. Eccellente padronanza dello strumento vocale.

Ciliegine sulla torta di questo cast già ben assortito, i simpaticissimi Maurizio Semeraro (POVERI MA BELLI, I PROMESSI SPOSI, ALADIN, ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE) nei panni del sovrabbondante Sergente Garcìa e Fabrizio Checcacci (JESUS CHRIST SUPERSTAR, JOSEPH AND THE AMAZING TECHNICOLOR DREAMCOAT, THE ROCKY HORROR SHOW, SISTER ACT) nel doppio ruolo di William Lamport e Fra' Diego de La Cruz.

Degno di nota anche l'ensemble di 12 elementi che, nonostante sia stato un po' sottotono per tutta la durata dello show, ha dato il massimo nella coreografia finale, un'esplosione di energia e di colori condita da un passionale flamenco. Abbiamo: Bianca Balido, Gianluca Bessi, Federica Capra, Filippo Grande, Danilo Grano, Sara Marinaccio, Emiliano Palmieri, Carlo Pucci, Federica Rosati, Daniele Sibilli, Sara Telch e Gioia Vicari.

BWW Reviews: W ZORRO @ Teatro Sistina (Rome)Fabrizio Angelini firma una regia scorrevole e vivace, che riesce a mettere in luce tutte le potenzialità di un cast ricco di talento. Ritmi incalzanti e dinamici che, come suggerisce lo stesso regista, rispecchiano la vita frenetica dei nostri giorni, in cui ogni cosa è 'a portata di click'. L'unica scelta registica poco condivisibile ci sembra quella di utilizzare delle proiezioni video per rappresentare Zorro in sella al suo destriero. Questo artificio rende il protagonista relativamente più 'statico' rispetto ai suoi precedenti cinematografici e/o televisivi. Ferma restando l'impossibilità di rendere sul palcoscenico quanto si è visto sullo schermo, bisogna comunque dire che quando l'azione scenica viene sostituita dal video, la spettacolarità dell'entrata ad effetto viene meno in toto.

La regia è costruita in funzione delle coreografie, curate dallo stesso Angelini: una commistione di vari stili che vanno dalla samba al flamenco (con la consulenza di Lia Ruscica) fino al puro Broadway-style con entusiasmanti richiami alla disciplina della scherma, che il cast ha imparato a praticare sotto la guida del pluricampione del mondo Stefano Pantano.

Il tutto viene incorniciato dalla scenografia, semplice ma molto funzionale, di Aldo de Lorenzo che, con pochi elementi, che si muovono quasi a ritmo di musica, riesce a ricreare efficacemente ambienti sia interni che esterni.

La score di Roby Facchinetti, orchestrata magistralmente da Giovanni Maria Lori, fatta eccezione per quei brani eccessivamente 'pop', è molto più matura rispetto al precedente Aladin e contiene melodie semplici, orecchiabili ma interessanti: ad esempio, la già citata "Buttati, dài" piuttosto che "Qui la legge sono io" o lo spassosissimo duetto Garcia/Fra' Diego.

BWW Reviews: W ZORRO @ Teatro Sistina (Rome)

Il solo elemento che non ci ha convinto in pieno è stato il libretto di Stefano D'Orazio, banale e frettoloso: la storia sembra voler scivolare fin troppo velocemente verso la fine e non si prende il tempo necessario per sviluppare la psicologia dei personaggi che rimangono 'indefiniti', quasi 'abbozzati' se non fosse per l'ottimo lavoro del regista, dei coach e dello stesso cast.

Riteniamo tuttavia che, in linea di massima, questo musical abbia tutte le carte in regola per avere il successo che merita e che, con le dovute revisioni del libretto (accade anche Broadway!), possa facilmente trovare un posto nel cuore del pubblico italiano. Pertanto giungano i migliori auguri all'affiatatissimo cast artistico e a tutto il team creativo e tecnico che hanno unito, uniscono e uniranno le loro forze per combattere una battaglia che BroadwayWorld.com - Italia sostiene fin dall'inizio: rilanciare anche in campo teatrale il MADE IN ITALY.


Di seguito le date del tour italiano 2012-2013.

9-14 e 16-21 ottobre

ROMA

Teatro Sistina

27-28 ottobre

CAGLIARI

3 novembre

MONTECATINI

Teatro Verdi

9-11 e 13-18 novembre

NAPOLI

Teatro Augusteo

24-25 novembre

BARI

Teatro Team

27 novembre

TARANTO

Teatro Orfeo

30 novembre-2 dicembre

CATANIA

Teatro Metropolitan

5 dicembre

SEREGNO

Teatro sanRocco

7-9 dicembre

TORINO

Teatro Alfieri

14 dicembre

BIELLA

Lauretana Forum

18-23 e 25 dicembre-1 gennaio

MILANO

Nuovo Teatro Ciak

12-13 gennaio

BOLOGNA

Teatro Europa Auditorium

15 gennaio

BOLZANO

Teatro Comunale

19-20 gennaio

FIRENZE

Teatro Verdi

26-27 gennaio

ASSISI

Teatro Lyrick

31 gennaio-3 febbraio e 3-10 febbraio

PALERMO

Teatro al Massimo

15 febbraio

SAINT VINCENT

Palais Saint-Vincent

16-17 febbraio

VARESE

Teatro di Varese

23-24 febbraio

BERGAMO

Teatro Creberg

More Italy! More...


Comment & Share


About Author

Subscribe to Author Alerts
Nino Prattico Sono nato a Milano, nel 1993, e cresciuto a Reggio Calabria fino all'età di diciotto anni. Dopo la maturità, mi sono trasferito a Roma per intraprendere un corso di laurea in Giurisprudenza (Percorso Inernazionale) presso la LUMSA - Libera Università Maria Ss. Assunta.

Parallelamente alla mia carriera universitaria, da Luglio 2012 mi occupo - in qualità di Redattore Locale - della pagina italiana del prestigioso BroadwayWorld.com, leader indiscusso tra i portali web dedicati al musical in USA e nel mondo. La posizione da me ricoperta mi ha dato l'opportunità di entrare in contatto con le personalità più importanti del settore, permettendomi di fare il mio ingresso nell'ambiente dalla porta principale. Per conto di BroadwayWorld ho curato le prime due edizioni italiane dei BWW Awards, volti a premiare le eccellenze del teatro musicale nostrano.

A ottobre 2013 sono entrato a far parte della giuria di qualità per la fase finale dei Musical! Awards organizzati da Central Palc e patrocinati da Paolo Limiti.


 
🔀ITALY SHOWS
Carmen in ItalyCarmen
(Runs 6/21 - 9/3)
Madama Butterfly in ItalyMadama Butterfly
(Runs 8/15 - 9/5)
Roméo et Juliette in ItalyRoméo et Juliette
(Runs 8/23 - 9/6)
Aida in ItalyAida
(Runs 6/28 - 9/7)
Maria Agresta in ItalyMaria Agresta
(Runs 9/8 - 9/8)
Bryn Terfel in ItalyBryn Terfel
(Runs 9/28 - 9/28)
Don Chisciotte in ItalyDon Chisciotte
(Runs 9/17 - 9/29)

View All | Add Show | Auditions